mercoledì 14 ottobre 2009

CACCIA APERTA! .....MA...AI TARLI!!! RECUPERIAMO...IL LESSO

Devo premettere che io ho un magnifico rapporto con gli animali.  Per " par condicio" darei un fucile, magari caricato a sale, ad ogni fagiano, lepre, cinghiale, merlo, passerotto e via dicendo onde permettere una guerra ad armi pari o quasi ,ma...sì , c'è un ma... dicevo, ma alcuni insetti proprio non li sopporto!  E l' altro giorno, mentre spolveravo (odio spolverare), ho fatto una terribile scoperta : nella zampona del tavolo di salotto ci sono i tarli!!!
Osservando bene anche sul tavolo di cucina ho visto dei buchetti nuovi!
 I nostri mobili sono praticamente tutti di legno massello e, alcuni sono vecchi... non posso dire  "antichi", ma vecchioni sì ! Se c'entrano i malefici è la fine!

Allora mi sono armata  di veleno antitarlo, di una siringa usa e getta, di guanti di lattice ed ho iniziato l'operazione "caccia al tarlo". Si aspira il veleno e si inietta, buchetto buchetto, più profondamente possibile. E' una faccenda lunga, faticosa, perchè i buchini sono nei punti più impensati , da raggiungere sdraiati in terra o in ginocchio, e pure un tantino pericolosa,  perchè la sostanza che si usa non è proprio un ricostituente e anche  respirarne i vapori è vivamente sconsigliato! Meno male che l'altro ieri era decisamente caldo e ho potuto tenere spalancate tutte le finestre tutto il giorno!
Fatta questa trista operazione si passa alla chiusura. Usando cera d'api, se ne prende un pezzettino e si lavora tra le dita fichè è morbida e rotolandola sul legno diventa un bacarozzino , a questo punto si inserisce nel buchetto e il tutto è sigillato.











Per finire sipassa un panno intriso di cera per mobili e finalmente per casa si sparge un buon profumo di resina e, fino alla prossima volta, siamo sicuri che i voraci animaletti sono debellati.
 In realtà mi sento un pochino sadica, ma se voglio avere ancora tavoli, sedie e armadi questo è l'unico modo!

IL LESSO RIFATTO
 In casa mia è molto gradito il brodino serale, per ottenerlo devo cuocere un bel lesso. Il padrone di casa ci va a nozze, e anche io amo il bollito con tante parti diverse : il muscoletto, la coda, lo spicchio di petto, il ginocchio, la zampa e anche ali di pollo e una bella cipolla, la carota, il sedano e il prezzemolo.
Faccio cuocere il tutto partendo dall' acqua fredda perchè il brodo viene più saporito, al momento ne facciamo una bella scorpacciata, ma il giorno dopo l'avanzo non è granchè. Quindi si passa al lesso rifatto!
 A Firenze è un piatto che piace, o almeno piaceva perchè ora , come direbbe la mia mamma, sono tutti signori!...comunque a noi piace molto, anche ai cuccioli che ci mangiano tante belle fette di pane...

Ingredienti
500 g di lesso, sgrassato e fatto a pezzettini
3 belle cipolle
400 g di pelati oppure passata grossa
un "giro" d'olio
sale e peperoncino

Si tagliano a fettine sottili le cipolle e si fanno soffriggere nell'olio a fuoco colce, si unisce il lesso e si fa insaporire per pochi minuti, si uniscono i pomodori, sale, peperoncino e si fa cuocere il tutto girando ogni tanto; quando il sughetto si è ritirato si serve con fette di pane abbrustolito...gnam!

9 commenti:

  1. che c'è di meglio per riciclare il lesso?
    tanto buon pane toscano e si inzuppa che è un piacere!
    mi sono spostata, adesso sono in un'altro appartamentino in residence, ma essendo all'ultimo piano mi và anche internet!!!!
    a proposito, la torta di compleanno deve essere stata una goduria!!!! fai tanti auguri alla cucciola da parte nostra ( scusami se è passato già qualche giorno) e stampale un bel bacio! e per par condicio pure al cucciolo!!!! ci sentiamo presto, magari in sett. prox. guardo se faccio un post!bacibaci

    RispondiElimina
  2. Io la ricetta contro i tarli la propongo ai miei clienti in negozio e penso che anche tu l'abbia imparata nello stesso posto.baci Paola.c.

    RispondiElimina
  3. mammadeglialieni - Ovvia! Vediamo, anzi, sentiamo se ti acchiappa meglio anche il cell !! La Giuggiola ringrazia e già sogna e sospira sulla prossima torta!!! La sua mammina ha deciso che fino a Natale deve stare a dieta rigorosissima, in effetti......

    Paola.c. - E dai! Hai visto che è facile galleggiare tra i blog?! E sicurissimo, se non fossi passata dal tuo negozio chi mai mi avrebbe insegnato tanti trucchetti? CIAO

    RispondiElimina
  4. riciclare il lesso è un arte, mi piace molto come lo hai fatto,il problema e che io ho delle bocche voraci in casa che non riesco a riciclare nulla!!

    RispondiElimina
  5. Ciao!!!
    Ho lanciato il mio primo contest, se ti va di partecipare, vieni a dare una sbirciatina!!

    RispondiElimina
  6. Gunther - Anche qui avanza poco, ma io,a volte, ne faccio di più apposta! ih ih ih!!!

    Susina streda del tè - Forte la zucchetta!!!! Ora vengo subito a vedere!

    RispondiElimina
  7. ciao nonnagiulo, hai voglia di fare un meme? passa da me!!!!

    RispondiElimina
  8. Tarli... non farmici pensare! Mi hanno invaso i mobili di casa al mare! Altro che caccia, a momenti loro cacciavano me!
    Hanno avuto tanto di quel tempo per proliferare indisturbati che non c'era niente da fare... credo. Io non sopporto i vapori di quei prodotti e... così, ho buttato via tutte le sedie, perché avevano invaso solo quelle, per fortuna...
    Comunque mi segno i tuoi suggerimenti, se scopro qualche altro forellino, con relativo mucchietto di "segatura", se non svengo, procedo coi prodotti appositi!

    Buona la ricetta del lesso! Anche da me sono tutti voraci e difficilmente rimane ma, per provarlo, la prossima volta ne preparerò di più!
    Ciao, baci

    RispondiElimina
  9. mammadeglialieni - Sono in ritardo! Vengo subito!!!

    Anna Righeblu- Non dargliela vinta a quei mostriciattoli!!! (io veramente i tarli li ho sentiti ma visti mai...magari sono anche bellini....)

    RispondiElimina